Noleggio e vendita imballi

Noleggio e vendita imballi

Il gruppo Ecochimica< fornisce, in stretta collaborazione con il servizio logistico, un valido ed efficiente servizio di vendita e/o noleggio di imballaggi per la messa in riserva e raccolta dei rifiuti prodotti dai propri clienti.

Vengono forniti, con varie soluzioni, le seguenti tipologie di imballo:

cassone da mc. 15: adatto principalmente alla raccolta di rifiuti solidi o fangosi può essere posizionato in un qualunque punto di raccolta in quanto scarrabile direttamente dai nostri automezzi nell’area prescelta.

Può essere dotato di coperchio di chiusura (azionamento tramite pompa idraulica manuale), scaletta d’ispezione, porte a libro per facilitare il carico del materiale o porta basculante posteriore.

Esiste inoltre la possibilità di richiedere la tenuta stagna delle chiusure così da poter stoccare anche materiale fangoso o liquido.

cassone da mc. 25: adatto principalmente alla raccolta di rifiuti solidi molto voluminosi  può essere posizionato in un qualunque punto di raccolta in quanto scarrabile direttamente dai nostri automezzi nell’area prescelta.

Può essere dotato di coperchio di chiusura, scaletta per l’ispezione del livello di materiale presente, porte posteriori  a libro o porte basculanti per facilitare lo scarico.

E’ inoltre possibile dotare le chiusure di guarnizioni a tenuta stagna. 

cassone con pressa:  è un container di tipo “tradizionale” a cui viene aggiunto un sistema compattatore per ridurre fino a 4 volte il volume dei rifiuti stoccati.

Anch’esso scarrabile in qualunque posizione raggiungibile da un automezzo, necessita di una presa di alimentazione a 380Volt per il corretto funzionamento. Presenta una struttura rinforzata lungo le pareti per ottenere la massima riduzione dei materiali compattati, portellone basculante per lo scarico e porte frontali a libro per facilitare il carico.

cassonetto da mc. 2 o 4: contenitore utile alla messa in riserva e stoccaggio di materiale solido ad esempio stracci, materiali filtranti,  contenitori vuoti, ecc.

Utilizzato per produzioni limitate di rifiuti, occupa uno spazio di molto inferiore ai cassoni standard, è dotato di ganci per il sollevamento e solitamente di coperchio di chiusura.

cisternetta da lt. 1000:  rappresenta l’imballo “standard” per lo stoccaggio provvisorio di rifiuti liquidi.

Composto da un contenitore in plastica della capacità di 1 mc. presenta una gabbia metallica esterna che ne aumenta la rigidità, un bancale sul fondo per facilitarne lo spostamento tramite carrelli elevatori, una bocca di carico con tappo a vite di diametro variabile e un rubinetto di scarico solitamente dotato di beccuccio e tappo di chiusura.

Abitualmente su una parete verticale è inoltre posizionata una scala graduata per l’individuazione del quantitativo di materiale presente.

big bag da mc. 1: è un “grosso sacco” costruito in polipropilene telato adatto allo stoccaggio di rifiuti solidi quali ad esempio polveri, morchie, stracci e materiali filtranti.

E’ caratterizzato da una resistenza elevata in fase di carico e da 4 maniglie agli angoli che ne facilitano la movimentazione con gru o carrelli elevatori. Inoltre quando vuoto può essere ripiegato per ridurre al minimo gli spazi.

cassonetto per la raccolta delle batterie esauste: contenitore in plastica, disponibile con coperchio, appositamente studiato per la raccolta di batterie esauste e accumulatori

La sua struttura completamente impermeabile garantisce il contenimento di eventuali sversamenti di acido mentre i supporti alla base favoriscono gli spostamenti con carrelli elevatori.

fusto in ferro:  fusto metallico standard con capacità di circa 200 lt.

Utilizzato solitamente per la raccolta di piccole quantità di rifiuti solidi o liquidi (come ad esempio olio o emulsioni oleose) è disponibile nella versione ad apertura parziale (tappo e tappino) o ad apertura totale con coperchio completamente asportabile e anello di chiusura a leva (cravatta).

fustini in PVC di varie grandezze:  contenitori in materia plastica di varie capacità (25 – 50 – 100 – 200  lt.) con apertura parziale (tappo e tappino) o totale (cravatta) indicati per lo stoccaggio di piccolissime quantità di rifiuti liquidi come ad esempio quelli derivanti da attività di lavanderie o reagenti e scarti di laboratori analitici.

Vengono solitamente movimentati a mano tramite l’utilizzo di apposite maniglie.